Moodboard: cos’è e come si realizza.

La parola MOODBOARD è un must assoluto nell’ambito del design, la sentirete in continuazione e spesso senza neanche un apparente motivo perché, come tante altre parole del design, “fa figo”.

Ma cerchiamo di capire cosa significa davvero questo termine per utilizzarlo al meglio.


“Moodboard” deriva da “mood” che significa “umore, stile, modo” e board “tavola” perciò si parla di una tavola di umore. Detto così può sembrare assurdo ma mi spiego:

Il moodboard (o “la” moodboard, chiamatelo/a come volete, ho smesso da tempo di combattere questa battaglia!) è essenzialmente una raccolta di ispirazioni e riferimenti visivi inerenti allo stile e all’appeal che si vuole esprimere nel contesto in analisi.


Attenzione però: un moodboard non è un collage di foto!


Infatti, uno dei suggerimenti migliori ricevuto all’università e che oggi vi regalo è proprio questo: per realizzare un moodboard efficace che trasmetta veramente l’atmosfera e lo stile che volete riprodurre, è fortemente sconsigliato inserire riferimenti espliciti a ciò che state creando.


Se volete realizzare un mood industriale non dovrete inserire nella vostra tavola immagini di design industriale già esistente in quanto vi influenzeranno e limiteranno la vostra fantasia perché avete già tutto sotto gli occhi!

Piuttosto inserite quei riferimenti che ammiccano all’ambito scelto senza però raccontarlo palesemente.

Ad esempio, se avete scelto lo stile industriale potete inserire nel vostro moodboard immagini di cemento, palette di colori scuri e qualsiasi cosa vi faccia pensare a quel linguaggio evitando categoricamente fotografie di arredi, illuminazione ecc…

Andremo a preferire piuttosto l’inserimento di tessuti e texture che ci suggeriscono lo stile dell’arredamento senza imporlo.


Ma il moodboard può essere molto più di una tavola e, ormai lo sapete, a me tutto ciò che è sobrio e tradizionale non piace proprio! Perciò ecco una selezione di moodboard veramente fuori dagli schemi che vi invito ad osservare e, perché no, a ricreare.


Con amore,

#IFL.



7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti